Bruciano nel cuore gli abbracci mancati, quando una piccola anima si affacciava al mondo…

Se solo tu avessi voluto…

Se solo tu avessi voluto, mi avresti abbracciata,
quando il mio corpo non sapeva cosa significasse contare sulle proprie gambe.
Se solo avessi voluto,
mi avresti chiesto come passa una piccola anima le sue giornate,
quando scopre che una penna accompagnata non fa solo scarabocchi.

Se solo tu avessi voluto, mi avresti preso per mano
e fatto conoscere la parte bella del mondo, quella in cui il sole riscalda e non brucia mai.
Se solo tu avessi voluto,
non avrei mai rischiato di affogare di solitudine nel mare che ho sempre amato, ma mi avresti regalato la possibilità di volare e non farsi male. Come sarebbe stata la vita con più abbracci e meno sguardi duri come il marmo? Come sarebbe stato il mondo a conoscerlo dalla prospettiva dell’amore e non della paura di quello che un cuore può provocare?

Lo conosci il rumore dei sogni che crollano sotto la spinta della disillusione di chi non ha avuto il coraggio di provare ad amare la vita nella sua semplicità? Sai il chiasso che fa una piccola anima quando non ha nessuno ad asciugarle le lacrime. Sai il dolore che si prova quando a bruciare non è il ginocchio sbucciato, ma le mani sciolte dall’affetto?

Se solo avessi voluto,
avresti superato quella sfortuna che almeno una volta nella vita accade a tutti e avresti sorriso, insegnandomi che la forza è un cappotto da indossare e che nessuno ti può togliere.

Sai come ci si sente a guardare intorno tante fortune, ma a non avere la possibilità di poterle accarezzare, troppo presi ad urlare per ciò che non si ha? Sai cosa vuol dire nascondere i lividi di un’infanzia fatta di pochi sogni e troppe realtà?

Se solo avessi voluto,
nelle tue parole ci avresti messo me e quell’affetto non lo avresti disperso nel cielo.

Se solo avessi voluto,
non avrei le ginocchia fragili e le mani tremanti,
avrei una forza radicata e un appiglio se questa forza non dovesse bastare.

Se solo tu volessi…

Se solo volessi, ora io sono qui,
sono stata sempre stata qui,
nonostante il rancore, nonostante il dolore, nonostante quelle mancanze che una volta create, non verranno mai colmate.

Sono sempre stata qui, negli inverni fatti di sole e di mare,
nelle maree fatte di parole e tempeste fatte di urla.
Sono sempre stata qui, nonostante tutto, nonostante l’amore perso e l’insicurezza nata da una perdita iniziale, una presenza fatta di assenza.

Se solo tu volessi ora,
mi troveresti ad aspettarti, grande, ma non troppo, forte, ma non troppo.

Se solo volessi ora,
inizieresti ad abbattere quel muro di egoismo e fragilità che da sempre ci separa,
quel muro fatto di gioie mai apprezzate,
affetto mai espresso, fatto di lamenti e mai di coraggio a cambiare,
coraggio a migliorare.

Se solo volessi,
proveresti ad abbracciarmi e cercheresti di farlo ogni giorno un po’, per non perdere,
per non perdermi.
Inizieresti ad abbracciarmi con la consapevolezza che sarà difficile, ma non sarà impossibile.

Se solo tu lo vorrai…

Se solo tu vorrai,
ogni giorni avvicineresti un po’ la tua anima alla mia,
mi guarderesti il cuore e cercheresti di riempire il vuoto scavato dal dolore che ogni giorno di più ha scavato dentro di me una voragine.

Se solo tu vorrai,
non lasceresti andare quest’ultima possibilità,
la possibilità di creare qualcosa di indissolubile, che resiste al tempo e al mondo.

Ma ci pensi mai a come saremmo potuti essere indistruttibili? A volte, troppo spesso, mi chiedo perché hai deciso un tempo, e oggi io, di tirare su un muro, di proteggerci dall’amore.

Perché preferiamo la solitudine al rischio di essere felici?

Io sono qui, sono sempre stata qui, e ci rimarrò per un’altra volta.
Se solo tu, un giorno, lo vorrai, io sono qui. Potremmo lasciare andare via le domande e cominciare a inventarci le risposte. Faremo finta che un grande viaggio di ha separati, che il tempo e il mondo sono tiranni, che le contraddizioni sono state solo una pessima parentesi.

Ricominceremo, nelle fragilità, a costruire fortezze.

Io sono qui, e ancora un altro po’ ci rimango, provi ad abbracciarmi?

Filosofa Atipica

Share
442 views